Pixel 2 XL schermo burn-in è reale, Google ‘attivamente indagando’

0
50

Google Pixel 2 XL Google Pixel 2 XL

Costernazione che circonda il display di Google Pixel 2 XL è ben noto a questo punto, e ad essere onesti la maggior parte di esso è stato piuttosto esagerata. Ma abbiamo qualcosa di nuovo per parlare di ora: schermo burn-in. È qualcosa che le persone con schermi OLED preoccuparsi (in varia misura) e qualcosa che le persone che preferiscono Lcd piace divertirsi circa. Ma uno dei nostri Pixel 2 XL recensione unità, in uso per circa una settimana, è già vedendo alcuni abbastanza pazzo livelli di burn-in.

Visualizzazione di un grigio dell’immagine sullo schermo, si ottiene uno sguardo chiaro dove la barra di navigazione ha iniziato a stabilirsi in sul display. È anche interessante vedere le porzioni di pixel dove, indietro, home e recenti pulsanti go — coloro che non sembrano essere bruciato in se stessi ” (visualizzare in bianco invece che nero), ma i contorni mostrano chiaramente dove sono a confronto la parte nera che è bruciato in. O che possono essere alcuni ottica inganno e i pulsanti sono bruciati in. È che non siamo sicuri di quello che stiamo vedendo qui.

Così come un rapido aggiornamento, che cos’è il burn-in?

Schermo burn-in avviene quando una parte del display ha le stesse immagini abbastanza a lungo da causare un immagine ghost di per appendere intorno dopo aver modificato la schermata di qualcos’altro. Di solito è più evidente nella notifica ombra o nella barra di stato (l’orologio è noto per “bruciare in”), ma può anche accadere con i pulsanti di navigazione o anche icone della schermata home. È di solito un problema con pannelli OLED e di solito prende un paio di mesi prima dell’inizio della mostra.

Quando si modifica lo schermo, gli avanzi di immagini può stare dietro. Ma non dovrebbe.

C’è anche un fenomeno di ritenzione di immagine. La ritenzione di immagine, o ghosting, è una parte di schermo che soggiornano a malapena visibile, anche dopo aver spostato e hanno qualcosa di nuovo sul display. Come il burn-in, questo di solito accade con i pulsanti o icone, ma qualche cosa sul vostro schermo può lasciare un’immagine fantasma se è statico e abbastanza a lungo. La ritenzione di immagine, è di solito associata con i pannelli LCD, e un sacco di persone con un LG G6 o LG V20 hanno notato. Per fortuna, la ritenzione di immagine, è temporaneo e scompare dopo un breve periodo di tempo.

A prima vista, quello che si vede sembra più simile a schermo burn-in di ritenzione di immagine. Mentre il burn-in è più spesso associato con display OLED e la ritenzione di immagine, è associato con LCD, c’è crossover e si poteva vedere il problema su qualsiasi tipo di schermo. Più rapporti venire più persone sono esempi di condividere il problema può eventualmente essere individuati.

Come controllare il vostro schermo

Può essere difficile vedere la schermata di masterizzazione, perché di solito abbiamo così tante informazioni sui nostri schermi. Ecco un breve test che si può fare per controllare il tuo telefono.

  • Aprire questo articolo in un browser web sul tuo telefono.
  • Fare clic e aprire ciascuna di queste miniature e visualizzare le immagini a schermo intero

  • Controllare la parte inferiore dello schermo in cui i pulsanti di navigazione normalmente appaiono e controllare le notifiche aree (in particolare intorno all’orologio) per un debole “fantasma” l’immagine di una schermata di elementi che sono stati lasciati alle spalle.

Bruciatura dello schermo, di qualsiasi tipo, può essere appena percettibile o può essere diverso e in faccia. Utilizzando un nero o rosso, è il modo migliore per vedere, ma si può ancora bisogno di guardare molto da vicino.

Cosa si deve fare?

Questo particolare Pixel 2 XL, come abbiamo detto, è stato in uso per circa una settimana, ogni giorno, vedendo circa 3 ore di tempo con lo schermo. Non vogliamo saltare alla conclusione che questo è indicativo di come tutti i Pixel 2 XL sarà l’età, e siamo sicuri che non è il caso. Dopo tweeting l’immagine prima di oggi, abbiamo cominciato ad avere un paio di risposte che indicano che altri hanno visto lo stesso tipo di burn-in dopo periodi simili, però.

Dopo aver raggiunto fuori a Google con le nostre preoccupazioni, un portavoce ha risposto con la seguente dichiarazione, dicendo che la società è consapevole delle preoccupazioni che circondano questo problema e sta indagando su di esso:

Il Pixel 2 XL schermo è stato progettato con un’avanzata tecnologia POLED, tra cui QHD+ risoluzione, ampia gamma di colori, e un rapporto di contrasto elevato per belli e naturali i colori e i rendering. Abbiamo messo tutti i nostri prodotti attraverso un approfondito test di qualità prima del lancio e nella produzione di ogni unità. Siamo attivamente su questo rapporto.”

Se stai vedendo schermo burn-in su un Pixel 2 XL (o da qualsiasi telefono) dopo una settimana, o anche solo un mese di uso regolare, si sta andando ad avere diritto a una sostituzione in garanzia dal produttore. Come abbiamo visto con la 2016 Pixel, di cui alcuni esperti di burn-in e problemi di schermo presto, la gente veniva concesso posthaste la sostituzione in garanzia.

Cosa non si dovrebbe fare è cercare soluzioni alternative o le applicazioni da Google Play, che promettono di “fix” bruciatura dello schermo. Adesso nessuno sa nemmeno esattamente quello che stiamo vedendo, solo che è lì. Appendere stretto e attendere per ulteriori informazioni prima di fare qualcosa di peggio.

Quello che Google vuole fare per risolvere il problema

Dopo un paio di giorni di indagare il problema, Google è venuto fuori con una risposta circa il Pixel 2 XL display. È nettamente suddiviso in due pezzi: uno per rispondere alle domande circa la schermata di colori, e un altro per parlare di burn-in.

Google sostiene che non c’è nessun problema principale qui — ma ha ancora alcune correzioni nel lavoro.

Sul primo punto, Google spiega come si è sintonizzato il Pixel 2 XL display più colori accurati, a seguito di un DCI-P3 gamma di colori che si concentra su di essere realistici con solo un po ‘ di pop. Questo dato si confronta con alcuni altri telefoni sfavorevolmente, in cerca di noia o sbiadita. Per risolvere questo problema, Google ha intenzione di rilasciare un aggiornamento software con un “saturo” modalità schermo che ups colori — fino a che punto, ancora non sappiamo. Il Pixel 2 e 2 XL attualmente si dispone di un “vivace” modalità per lo schermo, ma l’interruttore non sembra cambiare molto i nostri occhi.

Ora, il burn-in punto — che è il problema che ha avuto. Dalla cima, Google è cercato di spiegare che tutti i display OLED hanno un certo livello di burn-in di rischio — e questo è certamente il backup di storia — quindi l’unica domanda è quanto velocemente il burn-in si verifica, e come evidente è. Google sostiene che nel suo test del Pixel 2 XL burn-in e la ritenzione di immagine, i problemi sono all’interno della gamma di le aspettative del settore,

Nonostante queste affermazioni, Google prevede di rilasciare una serie di modifiche del software di mitigare o ridurre schermo burn-in, nel tempo, il Pixel 2 XL. Le modifiche attualmente in lavorazione includono (ma non sono limitati a) un calo della luminosità di picco di 50 nits, una barra di navigazione che sfuma dopo un periodo di inattività, e un’opzione per ulteriori applicazioni per l’utilizzo di un bianco barra di navigazione.