Come questo avvio è l’utilizzo di laser mappatura per affrontare marine rifiuti

0
9

BMW partner Innoviz a stato solido LiDAR veicoli autonomi
BMW è di andare con una a stato solido sistema LiDAR per la sua auto-guida di veicoli, che prevede di mettere in produzione entro il 2021. Leggi di più: https://zd.net/2HPXhax

Rifiuti marini è un grave problema ambientale. Più di 150 milioni di tonnellate di plastica hanno già accumulato negli oceani di tutto il mondo.

È anche opinione diffusa che il trasporto marittimo e la pesca sono tra le principali fonti di questo inquinante detriti. Secondo la Commissione Europea, possono causare il 32% dei rifiuti marini nelle acque dell’UE.

Questo tipo di inquinamento si verifica nonostante le regole adottate dall’Organizzazione Marittima Internazionale (IMO) contro lo scarico di rifiuti e le disposizioni contenute nella Convenzione Internazionale per la Prevenzione dell’Inquinamento causato Da Navi, noto come Marpol.

VEDERE: È pro guida per la GDPR di conformità (free PDF)

Il regolamento è chiaro che le navi devono tenere i rifiuti a bordo fino a che non può essere smaltiti in modo corretto le strutture portuali. In Europa, la direttiva è stata emessa nel 2018 per allineare il regime dell’UE con Marpol, per quanto possibile, in particolare per quanto riguarda strutture di accoglienza nei porti per i rifiuti prodotti dalle navi.

Ma quanto è più facile rispettare queste regole? Javier Romo, tecnica, testa di Ambiente Marino presso il porto di Barcellona, spiega che in Europa la raccolta di nave dei rifiuti è incluso nel porto di attracco pagamento.

Il guaio è che non è facile accertare il volume e il peso dei rifiuti da smaltire per la gestione più avanti nel processo. Le autorità portuali pagare Marpol ispettori per controllare i contenitori della spazzatura, ma è difficile per loro di essere preciso.

Ora, portoghese avvio di Modellazione 3D Studio ha elaborato un nuovo sistema per facilitare la gestione dei rifiuti nei porti marittimi automaticamente e a distanza, il calcolo dei volumi di rifiuti solidi tenuto in un contenitore.

Il suo sistema, chiamato Intelligente-Volume, consente alle autorità di certificare che cosa navi dicono che vogliono smaltire corrisponde al volume accertato dalla convenzione Marpol ispettori sul molo. Questo volume potrebbe o non potrebbe essere lo stesso come è stato indicato al momento dell’attracco.

La soluzione, che ha vinto il SmartCatalonia Sfida tech concorso e saranno attuate nel porto di Barcellona, è basato sul terrestre tecnologia LiDAR.

LiDAR misure di rifiuti tenuto in un contenitore illuminando un bersaglio con luce laser e quindi la registrazione di luce riflessa con un sensore.

“Si tratta di una tecnologia di natura attiva, perché genera lo stimolo, o fascio laser, che permette la misurazione, Jorge Garcia Fernandez, CEO di Modellazione 3D Studio, racconta di ZDNet.

“Questo significa che non dipende dalle condizioni di luce in loco, il che rende i dati geometrici più affidabile.”

Con lo sviluppo di autonome auto, molto robusti sensori di telerilevamento LiDAR sono disponibili a prezzi che sono in concorrenza con altre immagini basato su tecnologia, secondo Garcia Fernandez.

A Barcellona, il sistema permetterà alle autorità portuali attivamente la raccolta dei rifiuti di dati attraverso sensori posizionati su sistemi di pesatura e quindi in automatico e in remoto calcolare spazzatura volumi di contenitori di rifiuti utilizzando il sistema di algoritmo. Il sistema genera anche online il report in formati adattato al dispositivo dell’utente finale.

Il processo di raccolta dei dati e del calcolo dei volumi tutto accade nello stesso ciclo, come lo scarico di rifiuti e di fatturazione per il servizio.

Garcia Fernandez dice il suo prodotto semplifica ciò che è stato un tempo, complesso e laborioso lavoro. Clever-Volume ottiene la precisione delle misure in tempo reale, senza influenzare il flusso di lavoro del porto o di una nave, i tempi di attesa.

VEDERE: Navi infettati con ransomware, USB, malware, worm

Questa è la chiave, come porte bisogno di un facile da usare la struttura di incoraggiare le navi per il correttamente sbarazzarsi di spazzatura per migliorare la loro efficienza nella gestione dei rifiuti.

“Clever-il Volume è una soluzione interessante per noi perché siamo un ente pubblico, in modo che il più oggettivamente siamo in grado di misurare e valutare i volumi di cui abbiamo bisogno per gestire e costo, meglio,” dice il porto di Barcellona Romo.

Barcellona inizia questo mese per capire i dettagli di implementazione del sistema. Se funziona bene, sarà integrato nelle strutture portuali.

Nel frattempo, Garcia Fernandez e il suo team sono già al lavoro su una versione 2.0 del sistema, che mira a ridurre acquisizione ed elaborazione di dati ulteriormente i tempi, e di integrare l’acquisizione a colori per classificare i rifiuti in modo più efficiente.

Industrial port of Barcelona in daytime.

A Barcellona, il sistema permetterà l’autorità portuale attivamente la raccolta dei rifiuti di dati attraverso sensori posizionati su sistemi di pesatura.

Immagine: Getty Images

L’innovazione

Perché 2019 è l’anno migliore di sempre per comprare uno smartphone: Accessibile ammiraglie a bizzeffe

Può essere che stiamo entrando in una nuova era geologica

Apollo-ispirato robot hack insieme di strumenti che utilizza oggetti di uso quotidiano

Perché AI ottenere una cattiva reputazione da parte dei media? (ZDNet YouTube)

Questi deepfakes di Bill Hader sono assolutamente terrificante (CNET)

20 terrificante usi dell’intelligenza artificiale (TechRepublic)

Argomenti Correlati:

UE

CXO

La Trasformazione Digitale

Settore Tech

Smart Cities

Cloud