Australia e Singapore in trattative per la bolla dei viaggi senza quarantena

0
9

Aimee Chanthadavong

Di Aimee Chanthadavong | 11 giugno 2021 — 00:29 GMT (01:29 BST) | Argomento: Industria tecnologica

sinagpore-australia-plane-gettyimages-1233259097.jpg

Immagine: Getty

Il primo ministro australiano Scott Morrison e il primo ministro di Singapore Lee Hsien Loong hanno entrambi promesso di lavorare per introdurre viaggi senza quarantena tra l'Australia e Singapore.

Durante la breve visita di Morrison a Singapore prima di unirsi ai leader del Gruppo dei Sette (G7) nel Regno Unito, i primi ministri hanno suggerito che una bolla di viaggio tra i due paesi sarebbe consentita solo quando la maggioranza della popolazione in entrambi gli stati sarà vaccinata.

Secondo Lee, il viaggio potrebbe riprendere in “modo sicuro e calibrato, quando entrambe le parti saranno pronte”.

“Dobbiamo preparare l'infrastruttura e i processi per essere pronti a farlo”, ha affermato.

“Si inizia con il riconoscimento reciproco dei certificati sanitari e di vaccinazione, possibilmente in forma digitale. Quando tutti i preparativi sono pronti, possiamo iniziare in piccolo con una bolla di viaggio aereo per creare fiducia da entrambe le parti”.

Anche se non esiste un calendario prestabilito per quando ciò potrebbe accadere, Lee ha suggerito che un possibile modo per iniziare sarebbe consentire agli studenti di Singapore di tornare in Australia per riprendere i loro studi.

“[Una volta] avviato un progetto pilota, possiamo ampliare il progetto e in seguito possiamo avere una bolla di viaggio completa tra i due paesi … speriamo che possa essere fatto il prima possibile”, ha affermato .

A partire da questo fine settimana, un certificato digitale COVID sarà disponibile per gli australiani che hanno ricevuto due dosi di un vaccino COVID-19. Sarà recuperabile per chiunque abbia un numero Australian Medicare.

Da luglio, tutti i fornitori di programmi di vaccinazione nazionali saranno tenuti a segnalare, ove possibile, entro 24 ore e non oltre 10 giorni quando una vaccinazione è stata somministrata a un individuo in Australia.

< p>Le informazioni sono archiviate nell'Australian Immunization Register (AIR) gestito da Services Australia per conto del Department of Health.

I fornitori possono caricare le informazioni sulla vaccinazione tramite un portale online, direttamente o tramite un software che utilizzano presso il loro studio medico integrato nell'AIR. Utilizza il numero Medicare di un individuo per l'identificazione e il collegamento. Non ci sono sanzioni per il mancato caricamento delle informazioni.

Morrison ha propagandato la raffinatezza del certificato di vaccinazione digitale sarebbe “un altro importante tassello” per far funzionare la bolla di viaggio Australia-Singapore.

“La sofisticazione dei sistemi sia a Singapore che in Australia, penso che consentirà a entrambi i paesi di garantire che possiamo ottenere un sistema che funzioni incredibilmente bene. Una volta che avremo quella capacità, allora, come dice il Primo Ministro, diventa una seconda considerazione, consideriamo tutte le varie questioni mediche e i vari rischi che dobbiamo gestire come leader per assicurarci di poter passare con successo alla fase successiva”, ha affermato.

Se andrà secondo i piani, Singapore sarebbe il prossimo taxi fuori dal rango in cui è consentito viaggiare senza quarantena per gli australiani. Seguirebbe un accordo di viaggio simile con la Nuova Zelanda, in vigore da aprile.

Nel frattempo, Singapore doveva iniziare a viaggiare senza quarantena con Hong Kong alla fine del mese scorso. Tuttavia, da allora tali piani sono stati rinviati a causa del peggioramento dei casi di COVID-19 a Singapore. Entrambe le parti hanno concordato di rivedere la situazione all'inizio di luglio prima che venga presa una decisione su un'altra data di lancio.

I primi ministri hanno aggiunto che i ministeri della salute di entrambi i paesi hanno firmato un memorandum d'intesa (MoU) per collaborare sulle tecnologie sanitarie e sanitarie.

Separatamente, è stato firmato un altro MoU tra la polizia federale australiana e la squadra di casa di Singapore Agenzia per la scienza e la tecnologia. Hanno affermato che il protocollo d'intesa consentirà “la cooperazione scientifica e tecnologica operativa per sviluppare e migliorare le capacità della sicurezza interna e delle forze dell'ordine per prevenire la criminalità e mantenere la legge e l'ordine”.

Morrison e Lee hanno anche annunciato che sarebbe stato innalzato un “ponte fintech” Australia-Singapore, che si basa sul patto per l'economia digitale firmato tra i due paesi lo scorso anno. L'accordo copre la collaborazione nel flusso di dati transfrontalieri, nei pagamenti digitali, nell'e-commerce, nell'intelligenza artificiale e nelle identità digitali.

“Il ponte fintech migliorerà la cooperazione sulla politica e la regolamentazione fintech e cercherà opportunità di collaborazione su progetti di innovazione congiunti, oltre a facilitare gli investimenti e nuove opportunità commerciali nel commercio digitale e nei servizi finanziari”, hanno affermato.

Coronavirus

Casi COVID: migliori dashboard di monitoraggio e altri strumenti Supporto tecnico pandemico: come risolvere i problemi a distanza di sicurezza Le migliori maschere per il lavoro Come Home Depot ha superato un boom della domanda durante COVID-19 La convivenza con COVID-19 crea un dilemma sulla privacy per tutti noi Politiche e strumenti IT critici (TechRepublic) Il MIT rileva lacune nei farmaci COVID-19 (ZDNet YouTube)

Correlati Argomenti:

Australia CXO Government Security Aimee Chanthadavong

Di Aimee Chanthadavong | 11 giugno 2021 — 00:29 GMT (01:29 BST) | Argomento: Industria tecnologica

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here