Ford dispiegherà “angeli” per risolvere i problemi relativi ai caricabatterie EV difettosi

0
12

Ford ha un'idea interessante su come migliorare l'affidabilità dei caricabatterie per auto elettriche negli Stati Uniti: gli angeli della carica. In un'intervista con Automotive News, Darren Palmer, direttore generale dei veicoli elettrici di Ford, ha annunciato l'intenzione di impiegare dipendenti in Ford Mach-E elettriche appositamente attrezzate per visitare e testare i caricabatterie quando i dati dei veicoli collegati o i reclami sui social media suggeriscono che potrebbe esserci un problema.< /p>

“Tutto quello che faranno tutto il giorno è andare a controllarli per vedere dove falliscono e perché”, ha detto Palmer. Sebbene i dettagli dell'iniziativa debbano ancora essere finalizzati, la società prevede il lancio entro la fine dell'anno, pronto per il rilascio dell'F-150 Lightning completamente elettrico nel 2022.

“Alcune sono vecchie e non hanno la qualità o l'affidabilità che vogliamo”

“Ci sono molte spine là fuori, ma alcune sono vecchie e non hanno la qualità o affidabilità che desideriamo”, ha affermato Palmer. “Oltre il 99,5% dei clienti entra in un caricabatterie e riceve una carica. Ne siamo contenti”.

Abbiamo sperimentato questo problema in prima persona quando abbiamo recensito il Mach-E di Ford. Piuttosto che gestire le proprie stazioni di ricarica come Tesla, Ford ha la “FordPass Charging Network” che riunisce oltre 13.500 stazioni di ricarica gestite da altre società come Electrify America e ChargePoint. Ma il problema, come ha scoperto il mio collega Sean O'Kane nella sua recensione all'inizio di quest'anno, è che la qualità della manutenzione tra questi diversi fornitori può variare, il che significa che potresti non ottenere un caricabatterie perfettamente funzionante la prima volta. Ecco come Sean ha descritto la sua esperienza:

“Ad esempio, ho fatto un giro in macchina fino a una stazione Electrify America, che è fondamentalmente la versione neonata di Volkswagen della rete Supercharger di Tesla, e ho ancora riscontrato problemi. La prima presa che ho provato mi ha dato ripetuti messaggi di errore. Quando ho provato un'altra presa, una falena è volata via e poi l'auto si è caricata molto più lentamente di quanto dovrebbe. È stato solo dopo aver provato più bancarelle che ho finalmente ottenuto una velocità di ricarica a cui valeva la pena rimanere connesso: circa 77 kW, circa la metà di ciò che il Mustang Mach-E alla fine dovrebbe ottenere da queste stazioni di ricarica rapida. (In qualche modo era anche l'unica stazione Electrify America di tutta Austin, in Texas, che ha davvero bisogno di migliorare la sua infrastruttura di ricarica.)”

YouTuber Marques Brownlee ha avuto un esperienza simile quando ha messo a confronto una Tesla e una Mustang Mach-E contro un'auto a gas in un viaggio su strada di 1.000 miglia, e ha trovato molto più facile trovare un caricabatterie rapido completamente funzionante per la Tesla. Può essere una situazione frustrante che significa che l'ansia da autonomia continua a essere un problema, anche se l'autonomia delle auto elettriche migliora.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here