Il prossimo grande ostacolo della rivoluzione dei veicoli elettrici: l'accesso ai caricabatterie

0
94

I veicoli elettrici sono destinati a svolgere un ruolo fondamentale nel nostro futuro di energia pulita, ma affinché tutti possano trarre vantaggio dai veicoli elettrici, avranno bisogno dell'accesso ai caricabatterie. Mentre il disegno di legge Build Back Better ha subito una grave battuta d'arresto durante il fine settimana che potrebbe significare finanziamenti significativamente inferiori per la transizione ai veicoli elettrici, c'è ancora speranza che la legge sulle infrastrutture bipartisan approvata a novembre possa portare l'infrastruttura di ricarica dei veicoli elettrici in luoghi che sono stati lasciati fuori fino a quando Ora.

Ciò potrebbe rendere più facile per i conducenti delle comunità emarginate passare ai veicoli elettrici, pur ripulendo l'aria nei loro quartieri.

Il modo in cui le stazioni di ricarica sono distribuite ora non è né equo né conveniente

Il modo in cui le stazioni di ricarica sono distribuite ora non è né equo né conveniente per molte comunità a basso reddito e quartieri di colore, dicono gli esperti a The Verge. In tutto il paese, i luoghi con più accesso ai caricabatterie tendono ad essere più ricchi e più bianchi. È qualcosa che l'amministrazione Biden potrebbe fare molto per rimediare, dicono gli esperti, purché ascolti i consigli che provengono direttamente da quelle comunità. In caso contrario, le disparità esistenti potrebbero peggiorare man mano che i politici accelerano gli sforzi per passare ai veicoli elettrici.

“Probabilmente non c'è una città che potresti guardare e dire che c'è una proliferazione di infrastrutture di ricarica in queste comunità sottorappresentate perché la strategia era: posizioniamo l'infrastruttura di ricarica dove si trova la registrazione dei veicoli EV”, afferma Terry Travis, managing partner e co- fondatore di EVNoire, un gruppo di consulenza che lavora per una maggiore diversità ed equità nel settore. Il profilo di un guidatore di veicoli elettrici medio, dice Travis, è ancora un ragazzo bianco che vive in periferia.

Con il cartellino del prezzo per un veicolo elettrico che dovrebbe diventare paragonabile a quello delle auto a gas in questo decennio, le cose potrebbero presto cambiare. Dopo che i costi dei veicoli elettrici saranno diminuiti, l'accesso alla ricarica sarà il prossimo ostacolo più grande quando si tratta di sostituire le auto a gas. Oggi, molti proprietari di veicoli elettrici scelgono di ricaricarsi a casa in un garage o nel vialetto, ma poiché l'adozione dei veicoli elettrici si espande oltre i singoli proprietari di case a coloro che affittano o vivono in condomini, l'infrastruttura di ricarica pubblica diventerà più importante. Ci sono solo circa 46.000 stazioni di ricarica pubbliche in tutto il paese e pochissime di queste sono stazioni di ricarica rapida che possono ricaricare le auto in meno di un'ora. Secondo un'analisi, il Paese avrà bisogno di più di 100.000 stazioni di ricarica rapida entro la fine del decennio.

Il Paese avrà bisogno di più di 100.000 stazioni di ricarica rapida

In California, che guida la nazione nell'adozione di veicoli elettrici, c'è stata un'implementazione irregolare di stazioni di ricarica in base alla razza e al reddito. Secondo una ricerca pubblicata quest'anno, i blocchi del censimento nello stato con la maggioranza dei residenti neri e ispanici avevano “significativamente meno” probabilità di avere accesso a una stazione di ricarica nella loro zona rispetto al resto dello stato. Lo stesso valeva per i quartieri con redditi inferiori alla mediana dello Stato.

“La parte che mi ha davvero sorpreso [è stato] apprendere che l'infrastruttura finanziata dal pubblico è in qualche modo distribuita in modo meno equo” rispetto alle stazioni di ricarica finanziate da privati, afferma Chih-Wei Hsu, che ha guidato lo studio come ricercatore presso la Humboldt State University. Questa disparità è probabilmente il risultato del fatto che lo stato non è stato così attento all'inizio su come ha progettato i suoi programmi per finanziare le stazioni di ricarica, dice Hsu. È una trappola che l'amministrazione Biden dovrà evitare ora che sta cercando di costruire una rete nazionale di ricarica.

La nuova legge sulle infrastrutture prevede 7,5 miliardi di dollari per l'infrastruttura di ricarica dei veicoli elettrici. Ciò include $ 5 miliardi per gli stati e altri $ 2,5 miliardi per sovvenzioni che danno priorità alle comunità rurali e “svantaggiate”. L'obiettivo è costruire una rete di 500.000 stazioni di ricarica in tutto il paese che sia “conveniente ed equa”, secondo la Casa Bianca.

L'amministrazione ha rivelato piani più dettagliati per le infrastrutture di ricarica la scorsa settimana quando ha istituito un Ufficio congiunto per l'energia ei trasporti. L'amministrazione si è impegnata a ottenere input da parti interessate “diverse” su come migliorare l'infrastruttura di ricarica della nazione. Nelle prime riunioni, secondo il piano, discuteranno di giustizia ambientale e diritti civili, nonché di partnership con i governi e le tribù locali.

Risparmiare posti al tavolo per i sostenitori della base sarà la chiave per assicurarsi che i gruppi emarginati non continuino a essere esclusi, dicono gli esperti a The Verge. Le persone delle comunità emarginate sapranno dove mettere le stazioni di ricarica che saranno le più utili. Può dipendere da fattori super granulari come sapere quali negozi di alimentari sono più propensi a visitare i gruppi meno serviti. “Quando vado da Whole Foods, c'è sempre un caricabatterie”, dice Hsu del negozio di alimentari biologico. “La clientela di Whole Foods è molto diversa da quella, diciamo, [del supermercato] Vons.”

All'inizio del prossimo anno, l'amministrazione Biden prevede di fornire linee guida a stati e città su come installare stazioni di ricarica. “Questa guida esaminerà dove abbiamo già la ricarica dei veicoli elettrici e dove abbiamo bisogno, o avremo bisogno, di più. Si concentrerà sui bisogni delle comunità svantaggiate e rurali”, afferma il piano della Casa Bianca. Anche la Federal Highway Commission raccoglierà commenti pubblici fino a gennaio per informare le sue linee guida sull'implementazione dell'infrastruttura di ricarica.

Il più grande investimento nelle soluzioni climatiche negli Stati Uniti doveva ancora arrivare attraverso l'imponente disegno di legge di riconciliazione del budget dei Democratici. Le sue iterazioni includevano miliardi in più per installare stazioni di ricarica, anche in “strutture abitative multi-unità” e “aree sottoservite”. Ma il senatore della West Virginia Joe Manchin ha quasi strangolato a morte quel conto. Manchin ha negoziato per ridurre le disposizioni sul clima per conto dell'industria dei combustibili fossili del suo stato, prima di dire durante il fine settimana che bloccherà il disegno di legge rifiutando il suo voto decisivo. Ciò significa che c'è ancora di più sull'attuazione del disegno di legge sulle infrastrutture che il Congresso è riuscito a far passare quest'anno.

Le politiche che aiutano le comunità svantaggiate a passare ai veicoli elettrici potrebbero affrontare un'altra ingiustizia ambientale: l'inquinamento atmosferico

Le politiche che aiutano le comunità svantaggiate a passare ai veicoli elettrici potrebbero affrontare anche un'altra ingiustizia ambientale: l'inquinamento atmosferico. Oltre ad essere responsabili di quasi un quarto delle emissioni di gas serra degli Stati Uniti, le automobili sono una grande fonte di inquinanti come il particolato, che colpisce in modo sproporzionato gli americani di colore. Uno studio del 2019 ha rilevato che i residenti bianchi sono esposti al 17% in meno di inquinamento atmosferico rispetto a quanto innescato dalle loro azioni individuali. Nel frattempo, i neri e gli ispanici negli Stati Uniti sono gravati da circa il 60 percento in più di inquinanti, in media, rispetto a quelli che causano.

“Quando pensiamo a chi queste auto stanno avendo un impatto maggiore e quali emissioni hanno un impatto maggiore: sono le persone nella mia comunità”, afferma Kameale Terry, che vive a South Central Los Angeles, un quartiere con grandi comunità ispaniche e nere. “E noi non siamo persone stupide. Sappiamo che queste cose sono problemi di salute e vogliamo essere parte della soluzione”.

Terry ha co-fondato un'app chiamata ChargerHelp! che fornisce servizi di riparazione su richiesta per stazioni di ricarica per veicoli elettrici. Un problema che vede attraverso la sua attività è la mancanza di stazioni di ricarica funzionanti nel suo quartiere. Luoghi popolari in cui le persone si riuniscono, come chiese e piccole imprese, potrebbero aver ottenuto un finanziamento pubblico iniziale per una stazione di ricarica, ma potrebbero non avere sempre i fondi per mantenerla in buone condizioni, dice. A meno che l'amministrazione Biden non inizi a pianificare in modo proattivo la manutenzione e le riparazioni del caricabatterie, Terry teme che questo problema si replichi su scala nazionale.

“Quello che stiamo vedendo oggi è che non c'era nessun tipo di operazioni e denaro per la manutenzione stanziato, e stiamo vedendo la stessa cosa – è davvero un po' spaventoso – con il conto delle infrastrutture”, dice. CaricabatterieAiuto! addestra e assume persone, molte del quartiere di Terry, per sistemare stazioni di ricarica per le aziende che le producono e le gestiscono.

I sostenitori di un trasporto più pulito affermano anche che il dollaro non può fermarsi solo ai veicoli elettrici. Un'aria più sana e un clima più sicuro continueranno a fare affidamento sugli investimenti nei trasporti pubblici. “Sebbene l'espansione delle stazioni di ricarica per veicoli elettrici sia importante, l'obiettivo finale dovrebbe essere quello di ridurre le emissioni e i chilometri percorsi dai veicoli”, afferma in un'e-mail a The Verge Kevin Garcia, pianificatore dei trasporti per la New York City Environmental Justice Alliance.

Per le persone che vivono in deserti di transito senza un'adeguata infrastruttura di ricarica o persino stazioni della metropolitana nelle vicinanze, le soluzioni per il clima e l'equità si riducono a più opzioni per tutti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here